Eminem ritorna: la Cover Story di Billboard

tag: view: 1342 Pubblicata il

Questa settimana, la Cover Story di Billboard è dedicata ad Eminem, ecco un estratto tradotto in italiano.

Nel 'The Marshall Mathers LP 2' Eminem sfida se stesso volendo ricreare il momento in cui la gente ascoltò il suo disco per la prima volta.

Anche quando era al picco del suo successo, quando faceva il diavolo a quattro con MTV, ispirando i ragazzi delle scuole di tutta l'America a tingersi i capelli di biondo e vendendo più dischi di ogni altro artista della sua generazione, Eminem non si è mai sentito a suo agio nell' essere famoso. È ancora impacciato nelle interviste, vive ancora nella sua nativa Detroit e mantine lo stesso gruppo di amici che ha avuto per la maggior parte della sua vita adulta. Due dei suoi migliori albums 'The Marshall Mathers LP 2' del 2000 e 'The Eminem Show' del 2002, parlavano per la maggior parte o della ribellione verso la vita sotto i riflettori oppure il riflesso che questa aveva su chi si degnasse di viverla. E nel suo nuovo singolo 'The Monster' ft. Rihanna uscito il 28 Ottobre, per la megastar del rap il disagio dato dalla vita da star rimane centrale.

Eminem rima:

‘Volevo la fama, ma non la cover del Newsweek,
oh bhe, immagino che i mendicanti non possano scegliere,
volevo ricevere attenzione per la mia musica
volevo essere lasciato solo, che il pubblico mi scusi’


'Ricordo fosse come la merda mi stesse passando accanto e niente sembrava davvero reale' dice Eminem, ricordando la frenesia dei media durante i suoi primi anni di carriera, durante i quali si è scontrato con il GLAAD e Lynne Cheney, moglie dell' allora Vice Presidente Dick Cheney 'Quando registravo i dischi, mettevo la mia frustazione riguardo a tutto fuori. Nel senso, cazzo, siamo nel 2013 e non l'ho ancora capito del tutto'

Il prezzo del successo è solo uno dei vari soggetti preferiti da Eminem, ora 41 anni, con i quali si scontra nuovamente nel suo nuovo album 'The Marshall Mathers LP 2', in uscita il 5 Novembre da Aftermath/Interscope. Ha definito il progetto una 'rivisitazione' del primo Marshall Mathers, cogliendo l'opportunità per riesaminare 'temi e capitoli i quali sentivo di non aver chiuso'.

Richiamandosi all' album che diede la svolta alla sua carriera, che con 10.8 milioni di copie vendute, secondo Nielsen SoundScan, è stato anche il suo album più venduto (The Eminem Show è il secondo più venduto con 10.3 milioni)- Eminem sa che il suo ottavo album sarà oggetto di un attenta e minuziosa analisi. Ma lui non è mai stato il tipo da sfuggire ad un sfida. Chiedendogli se sia preoccupato che la gente possa prendere il progetto nel modo sbagliato o compararlo sfavorevolmente al suo predecessore, lui mostra un convincente distacco zenista.

'Ho fatto quello che ho fatto e comunque, sia che la gente lo prenda o come lo prenda o non lo prenda' dice 'sapevo che avrebbe dovuto collegarsi ad una certa intensità e vibrazioni e sentimenti per essere definito [The Marshall Mathers LP 2]. Vorrei dire che sono sicuro di esserci riuscito, ma sta all'ascoltatore decidere'

L'idea di fare un viaggio nella via dei ricordi venne ad Eminem per la prima volta quando stava registrando 'Hell: The Sequel', l'Ep del 2011 in collaborazione con il socio e amico rapper di Detroit Royce 5'9'. Da un punto di vista creativo dopo che il progetto fu terminato, Eminem registrò una serie di canzoni assolo che gli amici, incluso il suo manager Paul Rosenberg, dissero che ricordava loro i periodi precedenti della sua carriera.

'Stava giocando con alcune cose e gli dissi che alcune cose sfornate e alcuni suoni vocali che stava usando mi ricordavano il suo vecchio materiale' dice Rosenberg. 'Questo ha piantato il seme nella sua testa'.

Eminem aggiunge: 'una delle cose che mi sembrava figo provare a realizzare era vedere se avrei potuto riportare la gente a farla ricordare la prima volta che mi hanno ascoltato nel disco. Volevo provare a ricatturare quel sentimento nostalgico'.

Se da un punto creativo l'idea della nostalgia poteva funzionare, era davvero poco di conforto per Rosenberg e la Interscope, che si trovarono a dover fronteggiare il compito di pubblicizzare la continuazione del 14esimo album più venduto nella storia della SoundScam ma in un ambiente dell'industria musicale radicalmente cambiato.
Per avvicinarsi all'onnipresenza che Eminem aveva all'epoca del TRL e della Tower Records, il suo team ha modellato una campagna agressiva e che si basava fortemente  su collaborazioni strategiche.

Novembre segna 5 anni e mezzi del secondo atto di Eminem, che negli anni che seguirono 'Encore' nel 2004 lo videro auto distruggersi con Vicodin, Valium e Ambient. Nel 2006, il suo miglior amico e confidente da una vita Proof venne sparato in una lite fuori da una discoteca di Detroit. La tragedia portò a trasformare un lungo bollente romanzo con gli antidepressivi in una relazione di tutto consumo, trascorrendo giorni senza fine in uno stato confusionale, diventando incoerente o aggressivo le poche volte che riusciva ad alzarsi dal letto. Il fondo fu il pavimento del suo bagno, dove i suoi figli lo trovarono dopo una casuale overdose di metadone due giorni prima di natale 2007. I dottori dopo gli fecero sapere che se lo avessero trovato solo due ore dopo sarebbe morto.

'Quando non era sobrio, era così confuso e non se stesso tanto che era difficile entrare in contatto con lui' ricorda Rosenberg. 'C'erano delle volte che letteralmente non riuscivi ad avere una conversazione normale con lui. E quando non puoi avere una conversazione con qualcuno o entrare in contatto con loro a livelli umani, senti come se li hai persi. Era terribile'.

Gli anni in cui era perso finiscono il 20 Aprile 2008, quando Eminem finalmente torna ad essere sobrio grazie all'aiuto di uno psicoterapeuta riabilitativo, che ancora vede anche se ultimamente meno frequentemente. Ma l'artista che venne fuori dalla riabilitazione era cambiato. Nel 2009 l'album 'Relapse' e la prima volta che riprova a registare qualcosa dopo essersi ripulito, fu un'occhiata  sconfortante e frustrante a come le cose erano diventate cupe. Sotto la copertura dell'affidabile alter ego Slim Shady, l'album era un inarrestabile esorcismo dai più mostruosi demoni di Eminem.

Un anno dopo, Eminem fece un altro passo verso la luce con l'album 'Recovery'. In parte un ritorno di forma, in parte un nuovo capitolo, l'album vede la nascita di canzoni come 'Not Afraid' che gli diede per la quarta volta nella sua carriera il numero 1 del Billboard Hot 100, e canzoni come 'Talking to Myself' dove cerca quasi di rimediare spiegando perchè era meno che se stesso gli anni precedenti e dove rima:

'Gli ultimi due album non contano, in Encore ero drogato e in Relapse mi stavo ripulendo'

'Le cose sono più calme per me ora' dice Eminem 'ho vissuto dei periodi in cui facevo tutto allo sbaraglio senza pensarci e non sapevo cosa stava succedendo alla mia vita. Certo ha tirato fuori il meglio di me, con le droghe e la pressione e tutta quella merda. Ora sono in una posizione diversa, ma voglio ancora fare rap con la stessa energia e intensità e passione di prima, perchè alla fine è quello che amo fare'

The Marshall Mathers LP 2 è sia una continuazione della storia di Eminem che un ritorno ai temi che portano la sua firma.

Questo Eminem è un agitatore rap che è diventato fenomeno globale, auto distruttivo, un sopravissuto e da qualche parte lungo il cammino, è cresciuto. L'esistenza di un ottavo album da chi brutalmente ridicolizzava chiunque fosse più vecchio di 35 anni, è comunque motivo di celebrazione tra i suoi fans che hanno sempre dimostrato una grande forza nel supportarlo.

Nel 2009, dopo 5 anni di assenza, Relapse vende 609,000 copie nella prima settimana e l'anno dopo Recovery fa ancora meglio, vendendo 741,000 copie la prima settimana e diventando l'album più venduto dell'anno.

Eminem si esibirà al 'Saturday Night Live' il 2 di novembre e la sera dopo al You Tube Music Awards, dove è stato nominato come artista dell'anno. A febbraio 2014 farà un tour in Australia e Nuova Zelanda al quale parteciparanno J.Cole e Kendrick Lamar, quest'ultimo l'ultimo dei protetti di Dr. Dre dopo Snoop Dogg e lo stesso Eminem. Di Kendrick, Eminem dice:

'Cosa sta facendo, è fottutamente incredibile. Sembra un ragazzino così pieno di vita e felice di essere dov'è. L'impatto che ha avuto solo negli ultimi anni, è stato davvero divertente per me stare ad osservalo.'

Se ci sarà un Marshall Mathers LP 3 nel 2026, non ci scommettere.

'Spero di no' dice Eminem 'non so cosa farò, in riguardo a se starò ancora facendo musica, mi piacerebbe farla fino a quanto ho la passione per farla. Ma spero di essere sempre coinvolto nell'hip hop in un modo o in un altro. Perchè quando si parla di ciò, questo è tutto quello che so.'



Source: http://www.billboard.com/articles/columns/the-juice/5778091/eminem-returns-the-billboard-cover-story?page=0%2C1 


L'Autore:

Ultimi Post dal Blog

18.11.2016 - Bass Brothers; Intervista [Traduzione] ed audio del remix di Infinite di Eminem 20.10.2016 - EMINEM CONTRO TRUMP: il rapper di Detroit dice la sua 13.10.2016 - HAPPY BIRTHDAY EMINEM 2016 - VIDEO REMAKE 16.10.2016 - EMINEM e il NUOVO album "ROOT" - Ennesima bufala
Eminem Italia

News

NEW!
TRADUZIONE COMPLETA
CAMPAIGN SPEECH FREESTYLE



STAY WIDE AWAKE - RELAPSE

BITCH PLEASE II - TMMLP

SKYLAR GREY FT EMINEM
KILL FOR YOU - TRADUZIONE